Home

"Ars Canusina. Sapere, saper fare"

E “con enorme piacere che il Consorzio Ars Canusina comunica che il libro "Ars Canusina. Sapere, saper fare", sarà pubblicato nel mese di Novembre 2016.

Presentazione del volume ARS CANUSINA: Sapere, saper fare, Sabato 19 novembre 2016 • Reggio Emilia, Museo Diocesano • ore 16.  I prefatori, mons. Tiziano Ghirelli e Massimo Mussini, gli autori Maria Neroni, Maria Marisa Strozzi e Roberto Carriero. Dal 19 al 27 novembre 2016 sarà possibile visitare la mostra con opere di Ars Canusina allestita nelle sale del Museo • Ingresso libero

Curato da  Maria Neroni, Marisa Strozzi e dal dottor Roberto Carriero, con il progetto grafico di Barbara Varini, e fotografie di Silvia Perucchetti.

Il volume "Sapere. saper fare" illustra lo sviluppo storico e teorico del metodo Ars Canusina e ne mostra i criteri di applicazione nelle produzioni artigianali, sia storiche che correnti. Questo volume è un compendio del sapere non solo tecnico, ma anche artistico e scientifico, di come si fa Ars Canusina: esso rende intelligibili i collegamenti fra i reperti storici millenari, la teoria del disegno canusino, le tecniche del ricamo canusino, gli sviluppi produttivi delle altre attività artigianali in termini di design e di innovazione tecnico-estetica.

L’Ars Canusina è un’educazione estetica, di cui questo testo si propone come manuale propedeutico.

Per consultarne un anteprima : Album Ars Canusina promo

NASCITA DEL CONSORZIO ARS CANUSINA

Il 6 luglio 2007 si è costituito il Consorzio per la valorizzazione dell’Ars Canusina, struttura nata per iniziativa del Comune di Casina grazie al finanziamento del GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano. L’odierna Ars Canusina® si nutre della tradizione per fare ricerca e innovazione.

Il Consorzio è nato per intraprendere azioni sistematiche di promozione del pregiato artigianato artistico ispirato al romanico reggiano e promuove la ricerca, la divulgazione, la tutela, lo sviluppo, il recupero delle tradizioni socio-culturali e la valorizzazione di una identità culturale specifica del territorio a salvaguardia della preziosa eredità consegnata da Maria Del-Rio.

Il volume Ars Canusina fu ristampato nel 1992 dal Comune di Casina ed è esaurito da molto tempo. Vede la luce oggi l’album digitale, Ars Canusina tra ieri e domani, un opera in dvd che comprende il vecchio volume, illustra questa storia quasi secolare e presenta gli artigiani di oggi.

STORIA DELL’ARS CANUSINA

Quella dell’Ars canusina è una storia straordinaria, scritta da due grandi donne, tessitrici della storia: la Contessa Matilde, mitica domina della rupe di Canossa, gran diplomatica, signora di castelli e feudi e forte sostenitrice della cultura cristiana, e Maria del Rio, giovane psichiatra, appassionata di storia e di arte medievale locale, che nella prima metà del Novecento, all’interno di uno dei più importanti manicomi del Regno d’Italia, il San Lazzaro di Reggio Emilia, sperimentò un metodo di cura e insieme un’attività raffinata di artigianato artistico, per la quale coniò il nome di “Ars canusina.

I motivi ornamentali scolpiti nei capitelli, nei bassorilievi, nelle fonti battesimali, nei fregi dei monumenti di epoca matildica (chiese, oratori, monasteri) presenti in terra reggiana diventano ispirazione per preziosi decori di originali creazioni artistiche, dal sapore eterno.

Dall’esperienza del San Lazzaro sino ai giorni nostri nuove sperimentazioni e reinterpretazioni continuano l’affascinante riscoperta dell’arte romanica delle terre matildiche. Gli Artigiani d’oggi propongono oggetti unici ed originali per design, architettura e funzionalità. I disegni ripercorrono i motivi tradizionali dando vita a nuove composizioni.

I campi più esplorati oggi sono il cotto intarsiato, il vetro policromo, la pietra lavorata, i tessuti ricamati, il decoro applicato ai nuovi sistemi luminosi, il ferro battuto, la ceramica, i tessuti dipinti e stampati a mano.

DOVE ACQUISTARE I NOSTRI PRODOTTI

Scarica la scheda in formato PDF (961Kb)

https://www.facebook.com/consorzio.canusina/